IL PERSONAGGIO COMICO condotto da RITA PELUSIO

venerdi 10 ottobre dalle 18 alle 21
sabato 11 e domenica 12 dalle 10 alle 18



"É insegnando che ho potuto approfondire la mia ricerca [...].
É insegnando che ho capito meglio 'come funziona'.
É insegnando che ho scoperto che il corpo sa cose che la testa
non sa ancora."

(Jacques Lecoq, Il corpo poetico)

La comicità nasce dall’imperfezione, dal difetto, dalla fragilità umana. Saper ironizzare su se stessi è il punto di partenza e di arrivo dell’atto creativo.
Io credo nella comicità istintiva, moderna, quella che scaturisce dalle emozioni del personaggio. Mi piace quando in uno spettacolo comico vince il personaggio, che a volte può permettersi di
essere sincero nella sua "finzione scenica". Credo che questo sia il privilegio del clown, questa è la sua libertà e da qui nasce una forza.

Per tutti questi e molti altri motivi credo molto nel lavoro sul clown contemporaneo, ovvero quell’attitudine scenica dell’attore che è la “disponibilità a farsi sorprendere” e a riportare la propria visione del mondo. Nei miei stage cerco di unire quello che ho appreso durante il mio percorso formativo a quello che condivido con altri attori durante il lavoro teatrale e la creazione degli spettacoli. é un percorso per arrivare a capire e costruire il proprio personaggio comico, cioè la nostra comicità, il nostro talento.

Il lavoro che propongo in questo stage appartiene alla mia esperienza di attrice, regista e insegnante. L'obiettivo è portare gli allievi a sentire questo "tipo" di comicità che può essere applicata ad ogni forma di spettacolo, dal teatro di strada al cabaret, alla "commedia".

STRUTTURA DEL LABORATORIO
Conoscenza del gruppo
Costruzione del proprio personaggio
Relazioni fra i personaggi
Schemi comici a due, tre, quattro
Improvvisazione di gruppo
Come si rapporta il nostro personaggio rispetto alle logiche del mondo?
Presentazione singola di un monologo comico

Costo: 130 euro

Per iscriversi inviare una email con i propri dati anagrafici e un recapito telefonico a: carichisospesi@libero.it

BIO
Rita Pelusio si forma al Laboratorio Tecnico per Attori presso il Fontana Teatro di Milano condotto da Carlos Alsina. Sceglie di dedicarsi al teatro comico frequentando il percorso formativo condotto da
Philip Radice. Studia con Jean Mening, Kuniaki Ida, Eric De Bont, Sandra Cavallini, Jous Houben, Alessandra Faiella, Leo Bassi, Marcello Magni. Fonda "La compagnia degli Gnorri" con Natalino Balasso.
Con "Suonata-Concerto per ragazza e pianoforte", regia di Luca Domenicali, vince il "Premio Massimo Troisi" e il premio della critica di Vincenzo Cerami. Collabora con Radio Popolare ("Gli uomini preferiscono le fionde"), partecipa a "Ottovolante" su Radio Due e a vari programmitv: "Andata e ritorno", "Belli dentro", "Markette", "Zelig Off", "Colorado Cafè". É autrice e regista di "Anita, giocolerie da bagno" con Anna Marcato, "Freakclown", con Alessandro Vallin e Stefano Locati, "Meglio tarde che mai" con Franca Pampaloni e Luz Pierotto, e “I Am leto" con Andrea Bochicchio. Nel 2010 debutta con "Pianto tutto", scritto con Riccardo Piferi e Marianna Stefanucci, regia di Riccardo Piferi. Nel 2011 debutta con “Stasera non escort”, con Alessandra Faiella, Claudia Penoni e Margherita Antonelli, regia di Marco Rampoldi. Nel 2013 è in tour con "Ferite a morte", regia di Serena Dandini. Tiene stage per FNAS e ATELIER TEATRO FISICO PHILIP RADICE. Ha fondato insieme ad altri attori il Teatro Comico Civile, con cui sostiene campagne solidali. Nel 2014 debutta con "Eva. Diario di una costola".

La Newsletter dei Carichi Sospesi

La Newsletter dei Carichi Sospesi

CucuFestival

CucuFestival

La Luna nel Pozzo

La Luna nel Pozzo