Corsi e Workshop

WORKSHOP di DANZA CONTEMPORANEA
SAB 7 APR h 10_14

FEEL THE STRUCTURE BE IN THE SPACE 
Bodymind centering® e danza contemporanea
con SIMONA LISI

In questo giorno di laboratorio intensivo lavoreremo su due aspetti importanti del corpo espressivo, la conoscenza del corpo attraverso un lavoro di immaginazione e somatizzazione consapevole e il lavoro interpretativo del danzatore/attore, compresa la sua vocalità in movimento.
Ci dedicheremo all’esplorazione di alcune strutture corporee come il sistema dei fluidi corporei per scoprire come influenzano tono e qualità di movimento e voce. Sarà un’immersione nel mondo anatomico per uscire nell’espressività spaziale coinvolgendo l’interpretazione e la vocalità dell’interprete con risultati sorprendenti. La sorpresa è ciò che crea un feedback percettivo a cui poi legheremo le future esperienze.

SIMONA LISI Danzatrice, attrice e coreografa ha studiato in Italia, Belgio ed Inghilterra. E’ laureata in Filosofia, Postgraduate Degree in Contemporary Dance alla London Contemporary Dance School di Londra, è Somatic Movement Eucator secondo il metodo BMC©. Si è formata sia come danzatrice che come attrice, studia canto, suona il pianoforte e compone. La sua formazione multidisclipinare le permette di muoversi agevolmente tra la danza, il teatro e il cinema d’autore, lavorando con alcuni dei più importanti autori contemporanei, tra cui: i registi Paolo Sorrentino, Mario Martone, Marco Bellocchio, Pippo Del Bono, Cristina Comencini, Doug Liman, Francesco Saponaro e i coreografi Micha Van Hoecke, Adriana Borriello, Giovanna Summo, Nicoletta Cabassi, Chiara Reggiani e Simone Sandroni. E’ autrice di spettacoli, performance e opere video in cui lavora sulla contaminazione tra musica, voce e gestualità, di cui spesso compone le musiche originali. Svolge un’intensa attività pedagogica collaborando con istituzioni pubbliche e private, università, Asl territoriali, associazioni di impegno sociale. Si occupa anche degli aspetti teorici e storici della performance dal vivo, in questo senso ha collaborato con l’Università di Macerata e il Laba di Rimini e pubblicato diversi saggi di estetica della corporeità. E’ direttrice artistica del Festival “Cinematica-immagine in movimento” di Ancona e “A pieid nudi nel parco” a Napoli.
Le lezioni di Simona Lisi si nutrono di diverse tecniche, il bodymind centering, la tecnica release e contact, il lavoro vocale e attoriale, la teoria Laban degli efforts, il lavoro sui meridiani, la tecnica Nikolais, Graham e Cuunnigham. Si inizia sempre con un lavoro di rilassamento/allineamento profondo, per poi andare ad agire sullo sblocco di catene energetiche e proseguire la lezione con un lavoro articolare e al tempo stesso muscolare, eseguendo sequenze di movimento con cui poter sperimentare, teatralmente e nelle coordinate di spazio-tempo-qualità. Si finisce sempre con una o più proposte di improvvisazione creativa che spinga gli allievi a cercare nuove strade espressive con il proprio corpo e la voce, in relazione a sé, gli altri, lo spazio-tempo.

INFO: carichisospesi@libero.it | Sandra 320 0485939


WORKSHOP Introduzione al sound design e alla creazione sonora tenuto da Paolo F. Bragaglia
SAB 7 APR h 10_14

In un mondo in profonda evoluzione tecnologica anche le tecniche per creare e trasformare  il suono hanno subito negli ultimi anni una profonda evoluzione. Il cosiddetto “sound design”  è elemento fondamentale in quasi tutti le attività artistiche contemporanee: produzione musicale , audiovisivi, teatro, applicazioni multimedali. Oggi abbiamo a  disposizione mezzi tecnici straordinari, alla portata di chiunque, per poterci approcciare in maniera creativa a questa affascinante pratica, con risultati che erano impensabili anche per gli studi professionali, sino a pochi anni fa.
Il workshop introdurrà i fondamenti della sintesi e del suono, della sua registrazione e della sua trasformazione creativa.

Paolo F. Bragaglia
Attivo sin dalla new wave dagli anni ’80 è sin dagli inizi profondamente immerso nelle possibilità di creazione di nuovi suoni offerta dall’evoluzione tecnologica. Nel corso degli anni allarga i suoi interessi verso ai rapporti possibili della musica con l’immagine in movimento e successivamente con gli spazi architettonici, le arti visive, la parola la danza e la scena.
Inizia così un’intensa attività di compositore e sound designer per colonne sonore, sonorizzazioni, spettacoli multimediali, commerciale  di pari passo all’attività discografica. È produttore discografico.
Ha pubblicato 8 album e numerosi remix collaborando con artisti quali Howie B (produttore di U2 e Bjork), la cantante Monica Demuru ,  il designer Massimo Giacon, Mauro Pagani, lo scrittore Tiziano Scarpa), Steve Piccolo (bassista dei newyorkesi Lounge Lizard) la danzatrice Simona Lisi e moltissimi altri. Con il pianista Matteo Ramon Arevalos ha dato vita al duo Synusonde pubblicando l’albun Yug  uscito per Minus Habens nel 2011. Ha presentato nel corso degli anni i suoi lavori in contesti di rilievo e festival nazionali ed internazionali. Ha realizzato centinaia di colonne sonore per commercials italiani ed internazionali, ha fondato e dirige il festival Acusmatiq ed ultimamente è tra i fondatori del progetto MacchineNostre. Quest’anno uscirà il suo nuovo album.

INFO: carichisospesi@libero.it | Sandra 320 0485939



MER h 19,30_21,25 > COME LA VITA MA di Lorenzo Maragoni        Il teatro ci ricorda la vita, e vita senz’altro contiene, ma forse vita non (solo) è. Ci permette di rallentare il movimento del pensiero, accelerare il battito, sviluppare la magia di quell’ascolto che ci fa sentire parte di un gruppo. Il teatro non è che uno spazio con dentro corpi con dentro un cuore con dentro parole. Un po’ come la vita ma.

PRIMA LEZIONE DI PROVA MERCOLEDI’ 24 GENNAIO h 19,30

Info: carichisospesi@gmail.com 347 4214400

DRITTI AL CUORE LABORATORI 2017_2018 

LUN h 19,30_21,25 > I SUONI DELL’ASCOLTO di Giulia Veronese       I Suoni dell’Ascolto è un corso per tutti, intonati e “stonati”. L’obiettivo è di rinnovare l’ascolto in relazione al proprio corpo, alla musica e agli altri, eliminando tutte quelle tensioni che inibiscono il suono. Non si tratta semplicemente di “cantare bene” ma di sperimentare una nuova libertà della voce attraverso la scoperta delle sue infinite sfumature e possibilità.

LUN h 21,35_23,30 > ANIMALI DA PALCO di Andrea Bellacicco e Eleonora Panizzo                                                                                                             Gli animali da palco sono negli stomaci di ognuno di noi anche in quelli meno sospetti. Studieremo le nostre tendenze istintive, le nostre sicurezze, le nostre zone di comfort e ogni tanto cercheremo di abbandonarle per scoprire e allenare altro. Cercheremo di sorprenderci, di credere nelle nostre intuizioni e nella nostra capacità di creare.

MAR h 19,00_21,00 > IL VIAGGIO DELLA VOCE di Vittorio Attene La voce è uno strumento fondamentale per un attore e deve essere educata in maniera corretta. La base di partenza è conoscere e imparare a gestire la respirazione, a questo si deve aggiungere la conoscenza della dizione e una serie di tecniche di articolazione per arrivare ad avere una voce curata e corretta. Ma l’esercizio fine a se stesso risulta sterile se non viene applicato alla recitazione fatta di interpretazione, azione e messinscena.

MAR h 21,35_23,30 > TO PLAY, JOUER… OVVERO RECITARE         di Renzo Pagliaroto e Marco Tizianel                                                                     Giocare viene usato in quasi tutte le lingue del mondo per dire “recitare”. In un gioco per bambini ci sono i primi elementi del “fare teatro”: divisione dei ruoli e rispetto di questi, le regole… Il giochi, visti come tappe di una iniziazione teatrale, saranno la staffetta che di giorno in giorno andranno ad accompagnare gli allievi in un solo grande Gioco, quello del teatro.

MER h 16,30_18,30 > VOCAZIONI di Sandra Zabeo e Giulia Veronese – Laboratorio teatrale per ragazzi dai 14 ai 18 anni.               Il laboratorio guiderà i ragazzi alla scoperta del proprio modo di esprimersi e delle proprie naturali attitudini, attraverso un lavoro sul corpo, la parola, l’immaginazione e lo spazio. Partendo dal gioco e dall’improvvisazione verranno affrontate le tecniche base del linguaggio scenico con particolare attenzione alla musicalità, all’esplorazione naturale del movimento e della voce.

MER h 19,30_21,25 > IL SENSO DEL MOVIMENTO di Sandra Zabeo                                                                                                                                         Il corpo costituisce l’involucro delle nostre azioni, il veicolo del nostro “essere al mondo” e il principale mediatore del nostro rapporto con la realtà. Il progetto invita a porre le basi per la preparazione di un corpo e di una mente che possano generare un linguaggio creativo ricco di intensità e di verità, in armonia con le strutture del corpo.

MER h 21,35_23,30 > COME LA VITA MA di Lorenzo Maragoni        Il teatro ci ricorda la vita, e vita senz’altro contiene, ma forse vita non (solo) è. Ci permette di rallentare il movimento del pensiero, accelerare il battito, sviluppare la magia di quell’ascolto che ci fa sentire parte di un gruppo. Il teatro non è che uno spazio con dentro corpi con dentro un cuore con dentro parole. Un po’ come la vita ma.

GIO h 19,30_21,25 > MASCHERA E CORPO, UOMO E ANIMALE di Pierdomenico Simone                                                                                                 Un percorso ludico e antropologico che attraverso esercizi mirati permetterà di scoprire gli elementi di base e le diverse tecniche di commedia: la maschera, il totem, l’animale, l’energia, il corpo. L’unico modo per poter parlare di una maschera, è indossarla e l’unico modo per parlare di Commedia, è farla!

GIO h 21,35_23,30 > UN ALTRO OTELLO di Marco Caldiron       Otello mi interessa perché è una storia vicina a noi che racconta di emozioni che riconosciamo come nostre: fiducia, passione, possesso, gelosia. In Otello ci sono amici che si tradiscono, donne che tutti desiderano e poi c’è la morte come estremo atto passionale (quasi erotico). Un vortice della passione in cui ci possiamo immergere prendendo un fiato profondo.

 

 

 

 

 

I Carichi Sospesi da molti anni collaborano stabilmente con l’associazione Down DADI di Padova organizzando due corsi annuali di teatro con persone down e persone con disabilità intellettiva, creando, periodicamente, spettacoli di teatro integrato che vengono proposti in contesti artistici diversi.

Negli ultimi anni alcune delle produzioni di teatro integrato sono state:
2013 CIRANO DE NOIALTRI, 2015 MISTER DOWN, 2016 IL MIO SEGRETO.

circolo culturale ARCI