Programma DRITTI AL CUORE

sab_15 dicembre h 17

I SEI CIGNI 

Una narrazione teatrale a partire dalla fiaba dei fratelli Grimm

Spettacolo organizzato con il Patrocinio del Comune di Padova

Tam Teatromusica

di e con FLAVIA BUSSOLOTTO
con la partecipazione di Alessandro Martinello e Luca Scapellato per la ricerca sui suoni e la sperimentazione dei dispositivi tecnologici
disegno luci Alessandro Martinello e Flavia Bussolotto

Per bambini dai 6 anni e adulti

Dopo lo spettacolo Fiabesca il nuovo lavoro è una narrazione teatrale a partire da I sei cigni, fiaba popolare raccolta dai Fratelli Grimm. Un’unica performer, contemporaneamente tecnica di se stessa, prende possesso di tutti i personaggi della storia e dà vita a un racconto ritmico/musicale dal forte impatto, che restituisce agli spettatori l’atmosfera e il paesaggio della fiaba. Il percorso di ricerca è una sperimentazione attorno ai dispositivi tecnologici che trattano la materia sonora per rafforzarne le potenzialità espressive e s’inscrive nella ricerca di Tam sul suono. Ne I sei cigni i suoni sono costruiti pensando alla loro capacità di raccontare, diventano simboli sonori, portati all’essenza, quindi alla dimensione simbolica, perché possano evocare immagini e rafforzare il potenziale racconto visivo insito in ogni fiaba.

INFO E PRENOTAZIONIhttps://www.eventbrite.it/e/biglietti-i-sei-cigni-53383859561?aff=ebdssbdestsearch&utm-medium=discovery&utm-campaign=social&utm-content=attendeeshare&utm-source=cp&utm-term=destsearch

Tam Teatromusica 049 654669 / 609475
info@tamteatromusica.it
Ingresso unico 4 euro

dom_16 dicembre h 19

FAMOSO Per un Pugno di Like – v 2.0

Supporto produttivo: ASSOCIAZIONE CULTURALE ARB

di Lelio Naccari
con:
Lelio Naccari – Regia, testo e recitazione
Dario Naccari – Brani originali live e recitazione
Tamara Cutugno – Recitazione e danza
Vincio Siracusano – Scenografie digitali

“Perché non si basta a se stessi? Perché la costruzione dell’immagine di sé deve passare per forza dal plauso altrui? In che modo questo limita la nostra libertà? Si può fare qualcosa per sfuggire a questo meccanismo?” Una performance digitale e visionaria che sperimentalmente mescola teatro, danza e musica dal vivo, (s)ragionando su uno dei più grandi – eppure quotidiani – temi del nostro tempo: Il bisogno di esser visti, amati ed apprezzati dai nostri simili. Un’esperienza multiforme, astratta e concreta, surreale e ironica, tenuta insieme dal filo dell’intuizione. Uno spettacolo coinvolgente e nuovo che non mancherà di stupirvi.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCIEventbrite - FAMOSO Per un Pugno di Like – v 2.0 :: Spettacolo teatrale

dom_13 gennaio h 19

MATER CERTA

PianoInBilico & Amor Vacui

regia Lorenzo Maragoni
con Andrea Bellacicco, Silvia Giulia Mendola, Silvia Rubino, Andrea Tonin
Testo di Michele Ruol
segnalato al Premio Hystrio Scritture di Scena 2017

Una coppia vorrebbe un figlio, ma non ci riesce. Mater certa si infila in questa discrepanza privata per raccontare cosa succede quando desiderio di maternità e paternità si scontrano con una realtà difficile, e a volte impossibile, da accettare.
Il testo è strutturato in due atti: il primo, dedicato maggiormente alla figura maschile, si confronta direttamente con il mito, rivisitando la tragedia a lieto fine di Euripide, «Ione», nella quale Creusa e Xuto si recano all’oracolo di Delfi perché non riescono ad avere un figlio. Il secondo atto invece è ambientato nel presente, e dedicato alla sfera femminile. In scena la protagonista, una versione moderna di Creusa, che cerca risposte in chiunque sia disposto a darle ascolto.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_20 gennaio h 19

FRAMMENTI DI VITA CONDIVISE

Norberto Presta

di e con Norberto Presta

L’attore, autore e regista italo – argentino Norberto Presta, fa della sua esperienza de immigrato in Europa il punto di partenza di questo spettacolo. Nato in Argentina ha vissuto come clandestino tra Italia e Germania fin che ottiene il passaporto italiano. Un latinoamericano con passaporto europeo? Un europeo con passaporto latinoamericano? Questo argentino di nascita, migrante per volontà e necessità, dialoga in tono intimo con il pubblico attraverso le storie di “altri” abitanti della sua memoria.
Questo monologo vuole essere un incontro con il pubblico, in movimento tra spazio reale e immaginario, tra performance e teatro. Uno spettacolo che con umorismo e ironia parla di identità, o di ciò che resta di esso quando ci guardiamo allo specchio e non si ci riconosciamo.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_27 gennaio h 19

TRAPPOLA PER RATTI

Lan Teatro

con Linda Amicucci, Davide Cortesi, Giovanna Galbusera, Maria Giachi, Ermanna Terzo e Michele Zanarotti.
regia di Stefano Razzolini

Un venditore si gioca la propria carriera durante una cena dalla facoltosa Sig.ra De Curtis. Confuso dai bizzarri personaggi presenti, si ritrova imbrigliato in un gioco dai risvolti inaspettati e inquietanti. Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_03 febbraio h 19

L’INTRUSO

Rapsodie Production

Teatro e Critica: miglior spettacolo 2015 della scena romana 
Do It Festival 2016: Premio miglior drammaturgia 
La Riviera dei Monologhi: Testo scelto per l’antologia delle migliori drammaturgie del 2015 
Roma Fringe Festival 2015: Invitato fuori concorso con i migliori 6 spettacoli della stagione. 

di e con Davide Tassi
regia di Francesca Rizzi

 

Attraverso le immagini di un’infanzia mai vissuta e di una vita condotta ai margini di una società intrisa di un finto perbenismo, il protagonista si misura con le proprie angosce e frustrazioni, mostra i lati oscuri della propria esistenza e sfida lo spettatore a fare i conti con la società dell’apparenza, a comprendere come niente è ciò che sembra. I colleghi d’ufficio, osservati con maniacale accuratezza, mostrano i segni di una società intrisa di stereotipi in un costante equilibrio tra realtà e follia: dai volti “gioiosi e sorridenti” delle vittime dell’ipocrisia, passando per le puttane con contratto a tempo indeterminato, fino ad arrivare agli “uomini guida”, la setta del potere che decide le nostre vite.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

ven_22 sab_23 dom_24 febbraio orario in definizione

EDIPO Tragedia dei sensi per Uno spettatore

Teatro del Lemming

con Fiorella Tommasini, Marina Carluccio, Alessio Papa, Boris Ventura, Diana Ferrantini, Silvia Massicci
collaborazione drammaturgica Roberto Domeneghetti
musica e regia Massimo Munaro

Se EDIPO è un archetipo della nostra cultura occidentale, e forse di ogni cultura, è perché, come lui, siamo sospinti ancora oggi a decifrare l’Enigma. Ma l’enigma resta irrisolto, ci sfugge come la nostra immagine allo specchio. Chi sono io? Come ho potuto io vivere tutto questo? Edipo pone innanzi tutto il problema dell’identità. Della mia identità. E della libera volontà.
La percezione è dilatata. Tutti i miei sensi sono direttamente coinvolti: e persino questo possiede uno strano sapore di incesto. Nel rovesciamento drammaturgico da spettatore mi ritrovo ad essere attore dell’azione. A ritrovarmi in Edipo. Sono spinto a salire, ad ascendere verso la risposta sconosciuta.
Il tempo della riflessione verrà dopo, ORA si tratta di vivere.
Lo spettacolo prevede 10 spettatori ogni 30 min
N.B. LO SPETTATORE VERRA’ BENDATO.

Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

dom_10 marzo h 19

LA SCUOLA NON SERVE A NULLA

Teatro della Cooperativa

di e con Antonello Taurino
scritto con Carlo Turati

“La Scuola non serve a nulla” è un viaggio tragicomico tra i paradossi della Scuola di ieri e della “Buona Scuola” di oggi, forse la peggiore riforma di tutta la storia repubblicana. Nelle aule di oggi, già messe malissimo ieri, convivono antiche rigidità burocratiche e nuove follie kafkiane. Il concorsone, la “didattica per competenze”, le gite… Fa ridere? Sì, parecchio. Fa ridere solo gli addetti ai lavori? Beh, se siete o siete stati professori, studenti, genitori di studenti, nonni, zii, cugini, amici, conoscenti di professori o di studenti, allora è la vostra storia.  Perché se la scuola in macerie è la parabola più amara di un Paese allo sbando, l’unico riscatto possibile può arrivare dalla convinzione che nessuna riforma o burocrazia potrà seppellire la relazione umana tra docente e studenti.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_17 marzo h 19

INTIMITA’

Amor Vacui

con Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin.
regia di Lorenzo Maragoni

“Intimità” è un discorso, un’analisi, uno spettacolo, intorno alla nostra tendenza a ripetere, nelle relazioni, gli stessi schemi di comportamento, e alla possibilità di trovare delle alternative. Tre attori cercano di parlarne, in modo a un tempo pubblico e privato, raccontando così una storia, forse d’amore: quella che lega attori e spettatori. Questo spettacolo vuole essere un contesto sperimentale in cui confrontarci con la nostra disponibilità ad essere o non essere: in intimità.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_24 marzo h 19

NAZIEUROPA

Beppe Casales

di e con Beppe Casales

Nazieuropa è uno spettacolo che viaggia su due binari: la parola e le immagini.
Nazieuropa è quindi insieme una lettera a una figlia, e un viaggio che parte dalla Germania degli anni ’30 e arriva fino all’Europa dei confini, del nuovo nazionalismo e del razzismo diffuso.
Nazieuropa è il desiderio di sottrarsi all’indifferenza, di guardare con gli occhi ben aperti e di chiamare le cose con il loro nome.
Nazieuropa è una domanda: che differenza c’è tra la Germania nazista e l’Europa dei nostri giorni?
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_31 marzo h 19

SOLA IN CASA/OMAGGIO A BUZZATI

Michela Mocchiutti

con Michela Mocchiutti
regia di Mauro Avogadro

Uno dei più suggestivi testi teatrali di Dino Buzzati, scritto per l’attrice Paola Borboni e che debuttò per la prima volta al Teatro Gerolamo di Milano il 23 maggio del 1958. Protagonista di questo intenso e surreale monologo a due voci, è Madama Iris, “cartomante e chiromante laureata” che nel grigiore di una sera di pioggia, terrorizzata da un misterioso maniaco serial killer, inizia un viaggio dalla solitudine al terrore, e di qui alla morte. Ma Iris uccide soltanto nella fantasia. Un finale ironico e noir che diviene un momento di confronto personale con la vita e con la solitudine.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_07 aprile h 19

LA COMMEDIA DEGLI ERRORI

Compagnia Lombardi – Tiezzi

di e con Daniele Marmi, Alessandro Marini
regia Eugenio Allegri

La commedia degli errori è il primo lavoro in proprio di Daniele Marmi e Alessandro Marini, che, stregati proprio come i protagonisti Antifolo e Dromio, dalla mirabolante favola scenica di William Shakespeare, ne hanno colto, oltre al già noto potenziale comico, la straordinaria attualità. La perdita dell’identità, il tema del doppio, qui rivisitato con sensibilità moderna, la ricerca dell’altro come metà perduta, l’inquietudine e la malinconia che inaspettatamente contaminano la comicità del testo, sono i motori dell’opera. E proprio dall’approfondimento di questi motivi è nata l’idea di mettere in scena lo spettacolo con due soli attori: per giocare con lo sfrenato meccanismo drammaturgico degli equivoci e perché alle peripezie dei protagonisti si possa affiancare la storia di due amici che trovano nel Teatro il loro punto d‘incontro più alto.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_14 aprile h 19

SE CADERE IMPRIGIONARE AMO

Teatro delle Bambole

Canto della scrittura: Andrea Cramarossa
Canto attoriale: Silvia Cuccovillo, Federico Gobbi, Domenico Piscopo
Canto della regia // Amore nell’allestimento: Andrea Cramarossa

Lo spettacolo nasce dal progetto di ricerca “La lingua degli insetti // Cofanetto 3: La Caduta”. L’approccio al mondo immenso e misterioso degli Insetti, mi ha permesso, con stupore, di lasciarmi suggestionare dagli stimoli sensibili dei loro micro movimenti, del loro esistere, del loro “sentire”, aprendo lo sguardo su possibili connessioni con il mondo altrettanto misterioso degli esseri umani.
Sul palco, le luci dei fari, si alterneranno a torce e candele.
La “quarta parete”, nel continuo gioco di distruzione e di ricostruzione, sarà più volte abbattuta e ricostruita: gli spettatori entreranno nel gioco infame della metamorfosi, talvolta condotto attraverso atti demenziali, altre volte con drammaticità, sfociando spesso nel senso di un vivere grottesco.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

dom_28 aprile h 19

PRIMA ASSOLUTA

HEARTBREAKER

Carichi Sospesi

con Giuseppe Savio, Samantha Silvestri e Marco Tizianel,
regia Marco Caldiron

Per noi che viviamo ai margini dell’impero, in una infinita Provincia, lontani dai centri di potere, temprati dai giorni nebbiosi e da grigi inverni, per noi Venezia è lontana quasi come l’america. Lei, Desdemona, ha vissuto in centro, figlia di uomini potenti, ha conosciuto i lussi, è stata alle prime teatrali ma è stata affascinata dalle parole e dai racconti di Otello, uomo di confine che si muove con disinvoltura nei territori della provincia, tra intrallazzi e piccoli traffici ai margini della legalità. L’altro è Iago, uomo di fiducia, con ambizione di divenire il suo braccio destro, deluso e incattivito dal non essere lui il prescelto: Otello ha deciso che il suo luogotenente sarà Cassio.
Ingresso unico 8 euro  soloSociARCI

 

circolo culturale ARCI